Archivi del mese: agosto 2007

la maturita' mi porta a guardarmi dentro me stessa metesima per capire deppiu' di me stessa

 

Anziché prepararmi per l'incontro del venerdì pomeriggio con il prof, ho comprato su ebay 4 dvd di alberto sordi e una bilancia digitale che misurerà il mio:

 

-Body fat measurement
-Body water measurement
-Body weight measurement
-Body bone measurement
-Body muscle measurement
-Body mass index measurement

 

In attesa di conoscere i miei body measurements la mia vita s'è fermata, non posso più andare avanti, posso solo controllare l'ufficio della segretaria per vedere se m'è arrivato il pacco che rivelerà la vera essenza del mio badi, la mia composiscion, la mia strakcier, il mio helf status, la mia laif, cos laif is nao. Non so come ho fatto a vivere finora senza sapere tutte queste cose su di me. Senza capirmi afffondo dentro le mie ossa metesime, senza dare risposta agli interrogativi primi dell'omo. Cosa siamo? Di cosa siamo fatti (nel senso di plurale di fat)? Dove andiamo? Ma soprattutto, la mia dieta “mangio solo uno yogurtino la sera con mezzo scatolone di cereali” sta funzionando? è vero o non è vero che la bilancia che ho attualmente non si schioda da dove sta perché il mio corpo crea un campo magnetico che orienta la lancetta della bilancia verso cifre errroneee? Ed ancora, ma è proprio vero che l'ananas brucia i grassi? tipo, se mi peso e poi mangio mezzo kg di ananas quanto mi si riduce il body fat mescerement? ed infine, ma se il mio fidanzatino delle elementari stefano sannia di osilo mi rivedesse dopo tutti questi anni, penserebbe “ma guarda quanto è ingrassata”? e se anche lo pensasse, sarebbe il sannia in realtà nel torto non avendo considerato che, essendo il mio body massl mescerement spropositatamente spropositato, il mio aspetto esteriore ne risente ma la mia saluta fisica è infidiabbile? Ed infine, potro finalmente dare valore scientifico alle tanto amate dichiarazioni “é che c'ho le ossa grosse” “sotto la pancia ci sono un bé di addominali è per quello che la pancia sporge” “ho la pelle spessa” “ho i capelli lunghi”.

      

 

Annunci

sono andata ad ocsford

 

Credo che del mio impoverimento indelledduale degli ultimi anni sia causa 'sto posto in cui vivo. No perché. Sono andata ad ocsford e lì si incrociano per la strada individui con gli occhialini e la borsa che hanno l'aria dei geniacci. I loro aliti sono effluvi di scienza. I muri son dabbezzati (sono raffredada) di locandine con spettacoli, concerti, manifestazioni gulturali che la solo vista t'arrichiscono gulturalmente. Nei pubbs i giovini si incontrano e sembrano discutere di come migliorare il mondo.

 

Logoborro invece è la tomba della creatività umana, l'elettrosciok per ogni attività cerebrale, l'ibernazione del galore dell'intelleddo. A logoborro non c'è un teatro. A logoborro non c'è il baretto dove siedono i poeti. Non c'è il parchetto dove parlano i pensatori. Non c'è il locale degli intellettuali. A loborro c'è un solo cinema dove il meglio di quello che danno sono i popcorn, al momento passano il film di quella che rimane incinta e lo dice al padre e lui ci rimane secco. Nei pubbs i giovini fanno i giochi per bere deppiù e vomitare deppiù per poi ribere e rivomitare.

 

Che stristumine, che decadenza, che imboverimendo. E io mi ritrovo trascinata da questa valanga di merda. Se potessi scriverei su un cassonetto “logoborro merda”, ma non ci sono nemmeno i cassonetti qui, l'ultima risorsa per esprimere le proprie idee. E nemmeno l'uniposca.

 

piccole donne crescono

 

Ieri sera ho dato al lumacozzo del cibo per tartaruga. Oggi all'ora di pranzo il lumacozzo ha acchiappato il puzzoso pezzone di cibo per tartaruga con il zuo piedozzo e lo divorava ferocemente. Che spettacolo che spettacolo. La presenza del lumacozzo nella mia vita ha fatto assopire i miei istinti materni, consiglio un lumacozzo a tutte le tonne che approcciano la trentina.

Per rimanere in tema di comportamenti di tonne che approcciano la trentina, ieri sono andata a fare shopping e ho comprato per la prima volta uno di quegl'aggeggi per spolverare un pò fluffy piumoso con cui spolverare diventerà un piacere, nel colore moda blu elettrico. Ho comprato anche degli occhiali da sole a goccia molto cool. E dello yogurt greco biologico al cocco. Sono tornata a casa e dal pandino ho tolto mille buste e bustine e con gli occhiali sulla punta del naso come una vera donna indaffarata che torna dalla spesa ho tolto fuori le chiavi dalla borsetta e ho aperto la porta di casa con un fare un pò sgualdrino. Credo che dall'adolescente buzzurra che ero stia venendo fuori una donna sofisticata. Ma la strada è ancora lunga, entrata dentro mi son tolta gli occhiali e ho sorriso al lumacozzo.

 

 

saccargia